Già celebrata in Italia il 23 settembre dello scorso anno, la seconda edizione nazionale della Giornata mondiale della visibilità e dell’orgoglio bisessuale si caratterizzerà per la prima volta con uno specifico corteo. Luogo della manifestazione Padova: la Bi Pride Parade partirà alle ore 16.00 da Piazza Capitaniato e, snodandosi per il centro storico del capoluogo veneto, terminerà in Piazza Garibaldi.

È dal 1999 che il 23 settembre si tiene il Bi Visibilty Day. Da quando, cioè, l’Ilga ne fissò in tale giorno la data sì da ricordare il padre della psicanalisi Sigmun Freud, scomparso, per l’appunto, il 23 settembre 1939.

Come scritto sulla pagina ufficiale del Bi Visibilty Day Padova, «la bisessualità indica l'orientamento sessuale di persone in grado di provare attrazione emotiva e sessuale verso più di un genereLa bifobia è la discriminazione verso le persone bisessuali: ha caratteristiche peculiari, tra cui la negazione stessa dell'esitenza della bisessualità (come vero orientamento sessuale), l'invisibilizzazione all'interno delle comunità Lgbtq e nei mass media, e l'attribuzione di stereotipi negativi. 

Nel 1999 gli attivisti e le attiviste che nel mondo lottano contro l'invisibilizzazione e la discriminazione delle persone bisex hanno istituito la Giornata mondiale della visibilità e orgoglio bisessuale, ogni 23 settembre. In molte città d'Europa sono state organizzate manifestazioni di piazza, è la prima volta in Italia. Il concetto fondamentale è la visibilità: se la gente non crede che esistano gli Inuit, bisogna riempire la piazza di Inuit (e di persone a loro solidali). 

Nel percorso verso il 23 Settembre, vogliamo stimolare una riflessione sulla questione bisessualità e bifobia. Nei mesi precedenti alla manifestazione organizzeremo incontri ed assemblee aperte (la terza è il 19 luglio, la prima è stata il 21 giugno) su bisessualità e bifobia, in un percorso condiviso. Il manifesto è in divenire affinché da ora a settembre altri gruppi, associazioni, persone, possano aderire e/o suggerire modifiche e integrazioni, purché condividano lo spirito della manifestazione. 

Vogliamo rendere visibili la bisessualità e le persone bisessuali, renderle orgogliose: “Io esisto, sono libera e meritevole di diritti al pari di tutt*: non di meno, né di più» 

Appuntamento, dunque, il 23 settembre a Padova sotto la bandiera dell’orgoglio bisessuale che, disegnata nel 1998 da Michael Page, rammenta con la banda centrale di colore viola la combinazione tra l’orientamento omosessuale ed eterosessuale, rispettivamente indicati dalla banda in alto di colore magenta e da quella in basso di colore bleu.

 

e-max.it: your social media marketing partner

Featured Video