Quello della visibilità delle persone Lgbti e dei loro diritti, con particolare riferimento alla comunicazione televisiva e ai media in generale, sembra essere nuovamente un tema caldo della nostra agenda culturale. Soprattutto in un clima politico che sembra legittimare esternazioni offensive e omofobe come quelle di Vittorio Feltri che, all’indomani del partecipatissimo Pride di Milano, ha parlato del capoluogo lombardo come vivaio di finocchi

Tra i partecipanti della marcia meneghina dell’orgoglio Lgbti c'era anche il giornalista Alessandro Cecchi Paone che, questa sera presso il Love Park di Roma, interverrà al dibattito La rappresentazione delle rivendicazioni Lgbti in Tv. Incontro che, moderato da Vanni Piccolo, vedrà anche intervenire Fabio Canino, Bruno Tommassini Pugliese, Simone Alliva.

WhatsApp Image 2018 07 03 at 10.40.07

Ed è proprio ad Alessandro Cecchi Paone che chiediamo un commento sulle parole di Feltri e  non solo. 

Alessandro, cosa senti di rispondere alle esternazioni del direttore di Libero, per cui Milano sarebbe un vivaio di “finocchi” e il Pd la brutta copia del Partito Radicale?

Io userei il termine gay e aggiungerei che, per fortuna, Milano ne è un vivaio! Il Pd è stato essenziale per due leggi di civiltà: le unioni civili e il testamento biologico. Ma non è ancora abbastanza per diventare un nuovo Partito Radicale!

A proposito della rappresentazione mediatica delle istanze Lgbti, questa sera, interverrai a uno specifico dibattito nella capitale. Come credi debbano essere oggi veicolate tali istanze in tv e attraverso i media?

Credo debbano essere rappresentate senza folclore e ridicolizzazioni con una seria e oculata attenzione e considerazione alla cultura, all’estetica e all’arte gay.

Pensi che, al momento, l’Italia rischi davvero una retromarcia sui diritti? 

Mi sembra evidente e le dichiarazioni di Vittorio Feltri lo dimostrano! 

e-max.it: your social media marketing partner

Il 23 maggio si è svolta anche quest'anno a Milano, presso il Teatro Vetra, la prestigiosa cerimonia di conferimento dei Diversity Media Awards, kermesse giovane, giunta alla sua terza edizione ma già popolarissima ed estremamente significativa nel panorama dello spettacolo e dell’informazione corretta e inclusiva. 

Le nominations a questi veri e propri Oscar della lotta ai pregiudizi, sono state stilate grazie al Diversity Media Report - Entertainment, progetto che fotografa il rapporto tra media e mondo Lgbti realizzato da Diversity con l'Osservatorio di Pavia, e dal pubblico che ha votato online sul sito ufficiale dell’evento dal 20 aprile al 20 maggio. A condurre la serata di premiazione è stato Fabio Canino, direttore artistico della manifestazione, insieme a Diana Del Bufalo.

Di seguito i premiati delle diverse categorie:

MIGLIOR PERSONAGGIO DELL’ANNO: Roberto Saviano, anche lui un diverso, a modo suo, da sempre attento a denunciare la violenza omotransfobica della nostra società. Roberto riceve il premio e fa il suo consueto e incisivo elenco, quello dei modi in cui le persone omosessuali sono state stigmatizzate nel corso della storia.

MIGLIOR PROGRAMMA TV: X-Factor. Il premio viene ricevuto da Sam e Stenn, protagonisti dell’ultima edizione, che ringraziano sia Diversity Media Awards per il premio sia X Factor. 

MIGLIOR PROGRAMMA RADIO: M2O@Gay Village.

MIGLIOR SERIE TV ITALIANA: Amore pensaci tu.

MIGLIOR FILM: Il padre d’Italia.

MIGLIORE SERIE TV STRANIERA: Sense8.

INFLUENCER DELL’ANNO: Loretta Grace.

PREMIO MEDIA YOUNG: Tredici.

MIGLIOR PUBBLICITA’: Amati per come sei/ Coconuda.

Per commentare la seguitissima soirée di premiazione, abbiamo raggiunto al telefono il mattatore dei Diversity Media Awards: Fabio Canino

Fabio, sei contento dei premiati di questa edizione? Quale premio ti ha trovato maggiormente d’accordo?

Sì, sono molto contento dei premiati e come dico sempre, già essere in nomination significa vincere ai Diversity Media Awards perché riuscire ad arrivare nella cinquina delle nominations significa già aver fatto la differenza. E’ già una vittoria. Il mio premio “preferito” è quello dato alla serie tv straniera perché io sono pazzo di Sense8, è la serie tv che amo di più.

Come miglior personaggio è stato premiato Roberto Saviano. Roberto è da sempre un sostenitore dei diritti Lgbt. Sei contento della scelta? Cosa ne pensi del suo elenco “anti omofobia”?

Mi ha fatto molto piacere la vittoria di Roberto Saviano che trovo una persona estremamente equilibrata, dice sempre quello che vorrei dire io. E il suo elenco mi ha davvero colpito perché mi mette in imbarazzo pensare che in Italia ci sia gente così ignorante e retrograda ma del resto si vede anche quando si va a votare che questi retrogradi, in Italia, esistono eccome!

Che ruolo credi che svolgano, nel panorama delle kermesse italiane, i Diversity Media Awards? Credi sia utile per “educare” i media ad essere più corretti e inclusivi?

Certo che è utile! In Italia sono utili premi che mettono in luce la presenza di media che raccontano correttamente tematiche Lgbt. Si pensi che dallo scorso anno sono triplicate sui media le narrazioni a tematica gay anche grazie ai Diversity Media Awards. I media spesso, anche senza una dichiarata volontà omofoba, sono abituati a raccontare la vita delle persone Lgbt - quando la raccontano - in maniera leggera e poco seria, invece grazie a questi premi e grazie all’attenzione del pubblico, si rendono conto che c’è modo e modo di raccontare. E, comunque, al di là di tutto capiscono che l’importante è raccontare l’universo Lgbt.

e-max.it: your social media marketing partner

Quando le eccellenze imprenditoriali, quelle artistiche e quelle umane s’incontrano e si fondono, è inevitabile che nascano progetti esemplari, in grado di accordare qualità produttive e valori etici, come il progetto lanciato dall'azienda agricola Prodigio Divino, fondata dal regista e attore Fabio Canino e da due stilisti, Bruno Tommasini ed Edoardo Marziani che, tra l'altro, sono anche una bellissima coppia unitasi civilmente all'indomani dell'approvazione della Legge Cirinnà. 

Prodigio Divino, infatti, da qualche anno ha lanciato sul mercato due prodotti di verificabile qualità enologica, il Vinocchio e l'Uvagina, rispettivamente un Sangiovese e un Vermentino, recentemente presenti anche presso il Fico Eataly World, il parco agroalimentare più grande e prestigioso del mondo. Alle vendite di questi due prodotti i tre soci hanno deciso di legare una mission importante, cioè quella di contribuire concretamente e sensibilmente alla lotta alle discriminazioni, con un'attenzione particolare alle discriminazioni fondate su orientamento sessuale e identità di genere. 

Ecco perché a Natale, far trovare sotto l'albero le bottiglie di Vinocchio e Uvagina e festeggiare con amici, pasteggiando con i prodotti di Prodigio Divino, non solo renderà le feste più allegre e gustose, ma concorrerà a costruire una società più giusta e inclusiva. 

Al momento le vendite dei vini di Prodigio Divino hanno permesso di fare donazioni a favore dell'Agedo di Livorno, dell'associazione Diversity, di Arcigay e inoltre la piccola tenuta agricola ha offerto il proprio prezioso contributo anche per la costruzione di un centro polivalente a Camerino, in una zona gravemente colpita dal terremoto.

La notizia di questo brindisi natalizio contro l'omofobia, oltre ad aver raccolto entusiasmi e sostegno in rete, ha suscitato, ohimè, anche le reazioni verbalmente violente dei soliti fascisti e non sono mancati i commenti omofobi soprattutto da parte di un simpatizzante di Forza Nuova che, su Facebook, nascondendosi dietro un'identità di fantasia,  ha offeso e gettato fango sulla dignità e il valore di questa apprezzabilissima iniziativa di imprenditoria "etica". 

Ma anche in quest'occasione, Prodigio Divino, ha saputo rispondere con determinazione alle provocazioni e ha denunciato alla Polizia Postale le offese ricevute pubblicamente sui social. 

Insomma, mai come quest’anno non è Natale rainbow se non si brinda con Vinocchio e Uvagina, i vini contro l'omotransfobia prodotti da Fabio Canino, Edoardo Marziani e Bruno Tommasini. 

e-max.it: your social media marketing partner

happyPrince2

Featured Video