Pubblichiamo il comunicato con cui Gaynet e la redazione di Gaynews aderiscono al sit-in indetto per l'11 dicembre da Rete NoBavaglio e Articolo21 davanti alla sede de La Repubblica e L'Espresso, dove ha avuto ultimamente luogo un blitz intimidatorio di Forza Nuova Roma

Dopo aver espresso solidarietà alle colleghe e ai colleghi de La Repubblica e L’Espresso a seguito del blitz squadrista inscenato da Forza Nuova Roma, ultimo anello d’una catena d’episodi intimidatori alla libertà di stampa, Gaynet e l’intera redazione di Gaynews aderiscono convintamente al sit-in organizzato da Rete NoBavaglio e da Articolo21. Sit-in cui parteciperanno, fra l’altro, anche Federazione nazionale della stampa italiana, Ordine nazionale dei Giornalisti e Usigrai.

Ci ritroveremo perciò lunedì 11 dicembre, alle ore 15:30, in Via Cristoforo Colombo, 90 davanti alla sede romana del Gruppo editoriale GEDI per dire no a ogni forma di razzismo, per dire no a ogni forma d’intolleranza, per dire no a ogni forma di fascismo.

Non resteremo inerti a guardare chi vuole porre un bavaglio all’informazione libera e indipendente, tentando di stringere un cappio al collo della democrazia italiana.

e-max.it: your social media marketing partner

Pubblichiamo il comunicato con cui Gaynet e la redazione di Gaynews aderiscono alla manifestazione indetta per il 16 novembre dalla Federazione nazionale della stampa italiana e da Libera nel luogo in cui Daniele Piervincenzi ed Edoardo Anselmi sono stati aggrediti da Roberto Spada.

Dopo aver aderito alla manifestazione in corso a Ostia nel luogo in cui il cronista Daniele Piervincenzi e il film-maker Edoardo Anselmi sono stati brutalmente pestati il 7 novembre da Roberto Spada, Gaynet e la redazione di Gaynews saranno al fianco di Fnsi e Libera giovedì 16 novembre nel medesimo municipio della capitale.

Riteniamo convintamente che l’aggressione subita dai colleghi di Nemo, mentre con professionalità cercavano d’appurare le scomode verità sulla collusione tra politica e mafie in Ostia, sia non solo indicativa della gravissima deriva socio-culturale imperante ma anche lesiva di quella libertà di stampa sancita dall’art. 21 della Costituzione della Repubblica italiana.

Mentre rinnoviamo piena solidarietà a Daniele e a Edoardo, guardiamo a loro come modelli per ribadire il nostro impegno nel garantire sempre e ovunque un’informazione libera e indipendente, mai prona ai poteri forti né intimidita dal manganellismo fisico e verbale dei fascismi ognora risorgenti.

e-max.it: your social media marketing partner

happyPrince2

Featured Video