Turchia: giustizia per Hande Kader

Rate this item
(0 votes)

Circa 200 militanti della causa Lgbt hanno sfilato per le strade di Istanbul chiedendo giustizia per Hande Kader, la transessuale barbaramente trucidata all'inizio del mese. Il corpo della giovane prostituta, 22 anni, e' stato ritrovato l'8 agosto scorso mutilato e bruciato in un quartiere bene della citta' turca, una settimana dopo essere stata vista l'ultima volta mentre saliva a bordo dell'auto di un cliente. Militante appassionata del movimento Lgbt, Hande Kader era diventata un'icona della comunita' dopo aver affrontato senza retrocedere le unita' anti-sommossa della polizia che nel giugno 2015 tentavano di impedire il Gay pride a Istanbul. "Lotteremo finche non sara' trovato l'assassino di Hande Kader", ha dichiarato la reponsabile della comunita' Lgbt di Istanbul. In un comunicato, i militanti Lgbt definiscono "politici" i recenti omicidi di Gay e transessuali e ne attribuiscono la responsabilita' "al sistema educativo conservatore che non ci prende in considerazione". Il 4 agosto il corpo di un rifugiato siriano omosessuale, Muhammed Wisam Sankari, era stato ritrovato decapitato, mutilato ed eviscerato. I suoi familiari non lo hanno potuto riconoscere che per mezzo dei pantaloni indossati.

e-max.it: your social media marketing partner

weTest

Featured Video