Accusato di molestie, Kevin Spacey fa coming out: "Voglio vivere da uomo gay"

Rate this item
(0 votes)

Accade che da un’accusa di molestie, da una circostanza, dunque, decisamente negativa e riprovevole, possa conseguire un possibile “riscatto”. Una vera liberazione sia pur per il solo interessato.

È quanto successo alla star di Hollywood Kevin Spacey, protagonista di film indimenticabili come American Beauty e I soliti Sospetti, accusato di molestie sessuali da Anthony Rapp, interprete di Stamets in Star Trek Discovery. L'attore ha dichiarato che Spacey abusò di lui nel lontano 1986, ossia quando Rapp aveva 14 anni e Spacey 26. Le molestie avrebbero avuto luogo al termine di un party a casa di Spacey: il giovanissimo Rapp avrebbe ricevuto esplicite avances dal protagonista di House of Cards, mentre guardava la televisione nella camera da letto.

Rapp ha spiegato che da quella sera non ha più rivolto la parola a Spacey e ha aggiunto che l’evento lo ha fortemente turbato al punto da tenere nascosto l’evento. Solo adesso, sulla scia dello scandalo Weinstein, Anthony ha deciso di raccontare tutto ai media.

Il divo di Hollywood, alla notizia della rivelazione di Rapp, ha spiazzato l’opinione pubblica con un commento altrettanto scioccante con cui non solo ha chiesto scusa al collega ma ha deciso di fare coming out: «Ho molto rispetto e ammirazione per Anthony Rapp come attore. Mi ha fatto orrore sentire la sua storia. Sinceramente non ricordo quell'episodio che risale a più di 30 anni fa e che è frutto di un comportamento inappropriato legato ai fumi dell'alcol.

Ma se mi sono comportato come lui dice, gli faccio le mie più sincere scuse (…) Questa storia mi stimola a raccontare di più sulla mia persona. Nella mia vita ho avuto relazioni sia con donne sia con uomini. Ho amato e avuto incontri romantici con diversi uomini nel corso della mia vita e ora ho deciso di vivere da uomo gay. Voglio affrontare la cosa onestamente e apertamente».

Un coming out, in ogni caso, che, legato a una vicenda di molestie sessuali su un minore, sarà indubbiamente liberatorio per Specey ma non potrà certamente essere oggetto d'apprezzamento.

 

e-max.it: your social media marketing partner

Featured Video