Feb 24, 2017 Last Updated 1:58 PM, Feb 23, 2017

Ultime Notizie

  1. In Evidenza
  2. Diritti
  3. Mondo

23-02-2017 Valerio Mezzolani

Non ancora definitiva la revoca dei fondi Unar ad Anddos: ANSA pubblica la rettifica

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - I fondi all\'associazione Andoss non sono stati ancora annullati: al momento...

Read more

17-02-2017 Valerio Mezzolani

Ovaria, la \"cura\" omeopatica per \"guarire\" le lesbiche

Da Wired.it (15/2/2017) Curare l’omosessualità femminile con un trattamento omeopatico. Potrebbe se...

Read more

06-02-2017 Valerio Mezzolani

Torino: il vescovo polemizza sulle unioni civili in occasione di un funerale

Da Repubblica Torino (4/2/2017) “L\'arcivescovo dovrebbe soltanto vergognarsi. Mi spiace dover dire...

Read more

29-01-2017 Valerio Mezzolani

Irpinia: primo bagno a genere neutro e cittadinanza onoraria a coppia gay

Articolo tratto da IrpiniaNews.it (20/01/2017) Mai come negli ultimi tempi il pellegrinaggio da Mam...

Read more

23-01-2017 Valerio Mezzolani

Milano, due ragazzi gay picchiati fuori da una discoteca

Da Milano Today (23/01/2017) MILANO - Michele ha il naso rotto, sbriciolato. A Marcello è andata pe...

Read more

19-01-2017 Valerio Mezzolani

Chelsea Manning graziata, ma per Avvenire è ancora \"Bradley\"

La notizia dell\'ultimo atto del presidente uscente degli Stati Uniti uscente, quello di graziare Ch...

Read more

09-08-2016 Valerio Mezzolani

Unioni civili a Bolzano: …

Da Alto Adige (9/8/2016) Unioni civili, monta la polemica. Mentre in diversi comuni italiani come M...

Read more

24-02-2016 GayNews

Il testo del maxiemendamento d…

  Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convi...

Read more

21-02-2016 Valerio Mezzolani

Unioni civili, i funzionari de…

Di Primo Di Nicola e Antonio Pitoni, da Ilfattoquotidiano.it (19/2/2016) In un post su Facebook la ...

Read more

17-12-2015 GayNews

Grillini (Gaynet), Unioni civi…

Finalmente, è il caso di dire, dopo mille rinvii approda in aula in Senato il 26 gennaio il Pdl sull...

Read more

22-10-2015 GayNews

(EMILIA ROMAGNA) SCUOLA TEORIA…

IN REGIONE STOP A RISOLUZIONI FI-LEGA, "TOLGONO FIGLI A FAMIGLIE" (DIRE) Bologna, 22 ott. - Scontro ...

Read more

18-10-2015 GayNews

Governo frena su unioni civili…

Pace fatta con Alfano. Ma duri i vescovi, 'Famiglia all'angolo' (di Milena Di Mauro) (ANSA) - ROMA, ...

Read more
GayNews

GayNews

"Particolare preoccupazione per la teoria del gender"

 ROMA, 16 SET - "La Chiesa crede fermamente nella famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna: essa e' la cellula basilare della societa' e della stessa comunita' cristiana". Lo ribadiscono in un documento i vescovi europei, riuniti in questi giorni in Terra Santa. "Non si vede perche' - si legge nel documento della Ccee, l'organismo che riunisce le conferenze episcopali europee - realta' diverse di convivenza debbano essere trattate nello stesso modo".

"Particolare preoccupazione - sottolineano ancora gli episcopati d'Europa - desta il tentativo di applicare la 'teoria del gender': e' un progetto del 'pensiero unico' che tende a colonizzare anche l'Europa e di cui ha parlato spesso Papa Francesco. La Chiesa non accetta la 'teoria del gender' perche' essa e' espressione di una antropologia contraria alla vera e autentica valorizzazione della persona umana".(ANSA).

TU
16-SET-15 16:27

Tagged under

Finalmente una reazione adeguata da parte del ministero

(DIRE) Roma, 16 set. - "Chi ha parlato e continua a parlare di teoria Gender in relazione al progetto educativo del Governo Renzi sulla scuola, compie una truffa culturale. Ci tuteleremo con gli strumenti legali". Lo afferma il ministro dell'istruzione Stefania Giannini ospite a Melog. Cronache meridiane di Gian luca Nicoletti su Radio 24 sulle polemiche della teoria Gender della legge 107\2015 art 1 comma 16.
"Si tratta di una colossale truffa ai danni della societa'- aggiunge-. Facciamo circolare chiarimenti, lanciamo messaggi chiari ma se cio' non dovesse bastare credo ci sia una responsabilita' irrinunciabile di passare a strumenti legali".
(Com/Vid/ Dire
13:28 16-09-15 .

Tagged under

Finalmente una reazione adeguata da parte del ministero

(DIRE) Roma, 16 set. - "Chi ha parlato e continua a parlare di teoria Gender in relazione al progetto educativo del Governo Renzi sulla scuola, compie una truffa culturale. Ci tuteleremo con gli strumenti legali". Lo afferma il ministro dell'istruzione Stefania Giannini ospite a Melog. Cronache meridiane di Gian luca Nicoletti su Radio 24 sulle polemiche della teoria Gender della legge 107\2015 art 1 comma 16.
"Si tratta di una colossale truffa ai danni della societa'- aggiunge-. Facciamo circolare chiarimenti, lanciamo messaggi chiari ma se cio' non dovesse bastare credo ci sia una responsabilita' irrinunciabile di passare a strumenti legali".
(Com/Vid/ Dire
13:28 16-09-15 .

Tagged under

 (ANSA) - ROMA, 16 SET - "Papa Francesco sta affrontando con audacia da gigante le grandi sfide del presente in continuita' con Benedetto XVI. Mi stupisce che possa non essere compreso nel suo costante richiamo all'essenziale. Credo che cio' sia dovuto alla difficolta' di riconoscere il cambiamento epocale in atto, che il Papa invece ha ben presente". Cosi' il presidente di Cl Don Julian Carron in un'intervista al Corriere della Sera.
Quanto alle unioni gay, "la diffusione delle unioni omosessuali e' un dato evidente a tutti, in una societa' plurale.
La questione e' quale tipo di riconoscimento dare, e il loro rapporto con la famiglia fondata sulla relazione uomo-donna, i figli, le adozioni". "C'e' bisogno di uno spazio di liberta' che permetta un dialogo che non costruisca muri, ma inizi processi, come ripete il Papa, anche a livello culturale e politico".
Don Carron torna anche sui migranti: "la gente di Cl", "trovera' il modo di rendersi disponibile alle richieste delle diocesi". Il freno messo da alcuni uomini di Chiesa? "Questa non e' solo un'emergenza. E' un cambiamento epocale. E la nostra risposta non puo' essere solo pratica, organizzativa. Occorre un cambiamento culturale, di mentalita'. Siamo chiamati a convivere con il dolore degli altri. Siamo chiamati alla conversione".
Riflette poi sul rapporto tra Cl e politica: "oggi tutti distinguono il movimento dai politici appartenenti a Cl, i quali agiscono" "con loro responsabilita' personale. Questa distinzione - sottolinea don Carron - e' essenziale e non puo' che fare del bene a Cl e ai politici". Le accuse mosse a Cl di aver costruito un sistema di potere, attraverso la Compagnia delle Opere? "Mi sembra che questo sia assolutamente falso. Si e' diffusa" "un'idea della Cdo come una lobby sotto la regia nascosta di Cl". "Come ogni attivita', e' sempre un 'tentativo ironico', come diceva don Giussani: suscettibile di errori". (ANSA).

Y8
16-SET-15 08:10

Tagged under
L'appuntamento coinciderà con l'apertura del Sinodo sulla Famiglia 2015.
 
Parteciperà l'ex presidente irlandese Mary Macaleese
 
Roma, 16 set. (askanews) - Si svolgerà a Roma, dall'1 al 4 ottobre prossimi, la prima conferenza dei cattolici omosessuali dal titolo "Ways of love - Istantanee di incontri cattolici con le persone Lgtb e le loro famiglie". Fra gli altri parteciperà ai lavori, sabato 3 ottobre, l'ex presidente irlandese Mary Macaleese.
 
Voci, testimonianze e proposte di leader pastorali cattolici provenienti da tutto il mondo, viene spiegato dagli organizzatori, "per dimostrare che l'approccio pastorale sia meglio di quello ideologico al fine di promuovere relazioni pacifiche e fruttuose con le persone LGBT nella vita quotidiana delle comunità cattoliche". Sarà questo, incentrato sul dialogo e il confronto, il tema che verrà trattato nel corso della conferenza internazionale dal titolo "Ways of Love (Le Strade dell'Amore) - Istantanee di Incontri cattolici con le persone LGBT e le loro famiglie", patrocinata dallo European Forum of LGBT Christian Groups e inserita nel programma della prima Assemblea della "Rete Internazionale dei Cattolici Arcobaleno" (Global Network of Rainbow Catholics - GNRC) che si terrà a Roma dall'1 al 4 Ottobre prossimi. L'appuntamento coinciderà con l'apertura del Sinodo sulla Famiglia 2015.
 
All'incontro/dibattito che si terrà, nell'ambito della conferenza, sabato 3 ottobre alle 15 presso il Centro Pellegrini "Santa Teresa Couderc" parteciperanno leader pastorali che si confronteranno sul tema dell'accoglienza delle persone LGBTall'interno della Chiesa e delle comunità cattoliche. Nel corso del simposio Mary McAleese, ex presidente della Repubblica d'Irlanda verrà intervistata dal giornalista Robert Mickens, direttore del Global Pulse. "Prendendo ispirazione dalla seconda enciclica di Papa Francesco, Laudato si - hanno spiegato Andrea Rubera e Martin Pendergast, portavoce della conferenza - pensiamo che sia, ormai, giunto il momento per tutti noi di costruire e prendersi cura della nostra casa comune, la Chiesa, con l'impegno di ciascun membro della comunità cattolica romana. La nostra casa comune non ha bisogno di lotta o divisione". Tra i relatori ci saranno: Terry Charlton SJ (Kenya), Sr. Jeannine Gramick (USA), Pedro Labrín SJ (Cile), Martin Pendergast (UK), Pino Piva SJ (Italia), Rungrote Tangsurakit (Thailandia) e Sr. Anna Maria Vitagliani (Italia). Chiuderà l'incontro Raúl Vera, vescovo cattolico messicano, noto per il suo impegno a tutela dei diritti umani e la giustizia sociale, anche rivolto ai credenti LGBT. Modera l'incontro Gabriella Caramore di Radio Rai.
 
All'assemblea parteciperanno rappresentanti provenienti da oltre trenta paesi del mondo che si incontreranno per la prima volta, viene detto, "per fondare la prima rete mondiale di organizzazioni e individui cattolici coinvolti nella cura pastorale e nella ricerca di giustizia sociale, inclusione e dignità per le persone LGBT e le loro famiglie in seno alla Chiesa cattolica e alla società in generale. La rete lavorerà attraverso progetti comuni, il sostegno reciproco e lo scambio di buone pratiche, e cercando il dialogo e il confronto sereno con le comunità e le istituzioni cattoliche".
 
Fdv
161433 SET 15

 

Tagged under

MURO CONTRO MURO, GIOVEDI' UFFICIO PRESIDENZA SU NOTTURNE

(DIRE) Roma, 15 set. - Prosegue lo stallo sulle Unioni civili in commissione Giustizia del Senato. Una situazione che fa dire al presidente Francesco Nitto Palma, visto che "il muro contro muro prosegue" dunque "non appare probabile che il disegno di legge vada in Aula prima del 15 ottobre". Oggi, intanto, sono stati esaminati "una cinquantina di articoli, molti sono stati preclusi per cui non c'e' stato voto- spiega il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri lasciando la commissione- 6 sono stati votati e respinti". Di conseguenza il 'monte' emendamenti rimane ingente, attorno ai 1.200.
Intanto si va avanti con l'esame, e oggi e domani ci saranno sedute notturne, fino alle 23. "E' gia' una forzatura", dice Palma ai cronisti, visto che il provvedimento "non e' stato calendrizzato" per l'Aula.
"Il disegno di legge e' parlamentare, noi lo seguiamo e siamo disponibili", aggiunge Ferri, spiegando che di fronte "al confronto della dialettica parlamentare" la scelta e' di "rimetterci sugli emendamenti per lasciar svolgere questo confronto e far si' che ci sia dibattito vero", per cui la scelta e' di "non interferire" pur seguendo l'iter.
"Si va secondo i ritmi noti", sintetizza Nitto Palma, quindi a rilento, e "per quello che mi riguarda noto un muro contro muro".
Cio' detto, "abbiamo fissato le notturne perche' mi era stato detto che forse si poteva calendarizzare il ddl per l'Aula, poi non e' stato cosi'".

"Nasce tutto da un problema- segnala il presidente della commissione Giustizia del Senato Francesco Nitto Palma- che la maggioranza che sostiene questo provvedimento e' una maggioranza diversa da quella di Governo, l'esecutivo comunica che il provvedimento si deve fare e che questo provvedimento dovra' andare in Aula il 15 ottobre", quindi "manifesta un interesse" ma poi "qui in commissione si rimette":
insomma, "ci sono delle anomalie che non giovano a un'accelerazione". Cio' detto, spiega Palma, "stasera ci sara' la notturna, poi Dio vede e provvede. Certo, se non c'e' la calendarizzazione in Aula e i lavori dovessero proseguire in questo modo, credo che avro' molti problemi a stabilire se fare o meno la notturna, perche' c'e' chi la chiedera' e chi no". Infatti "ho previsto un ufficio di presidenza per giovedi' alla fine della riunione proprio per affrontare questo tema", annuncia il presidente della commissione, ricordando che "abbiamo fatto le notturne solo quando c'era la calendarizzazione". Cio' detto, con l'ingorgo istituzionale che prevede entro il 15 settembre la riforma del Senato per andare in Aula a fine mese, mentre dal 15 ottobre in poi i lavori si bloccano per la sessione di bilancio, "se tanto mi da' tanto, non appare probabile che il disegno di legge vada in Aula prima del 15 ottobre", conclude Nitto Palma.
(Ran/Dire
17:19 15-09-15 .

Tagged under

PALERMO  La Giunta comunale ha approvato l'atto di indirizzo di adesione della citta' di Palermo alla Rainbow Cities Network (RCN), la rete internazionale che unisce le Citta' del mondo impegnate sul superamento delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identita' di genere e sulla tutela e promozione dei Diritti Fondamentali della cittadinanza LGBTI, attraverso la sottoscrizione del Memorandum, approvato contestualmente. Nato nel 2009, come uno degli obiettivi del progetto europeo Ahead (Contro l'omofobia. Strumenti delle Amministrazioni Pubbliche locali europee), il Rainbow Cities Network e' coordinato dalla citta' di Barcellona in sinergia con quelle di Torino e di Colonia e tende a creare una rete a dimensione europea/internazionale tra le Citta' impegnate sulle tematiche Lgbt.
Il Rainbow Cities Network, promuove l'inclusione delle persone LGBT(I) e aumentare la visibilita' delle tematiche LGBT(I), la condivisione di esperienze, competenze, materiali, buone prassi e criticita', l'esplorazione di possibili azioni comuni in vista di Giornate dedicate, eventi, occasioni e lo sviluppo di progetti / collaborazioni tra due o piu' Citta'. Oltre a Palermo, le citta' Arcobaleno in rete sono: Amsterdam (Olanda), Berlino (Germania), Bergen (Norvegia), Bruxelles (Belgio), Colonia (Germania), Dumfries and Galloway (Regno Unito), Ginevra (Svizzera), Ghent (Belgio), Amburgo (Germania), Hannover (Germania), Lubiana (Slovenia),Madrid (Spagna), Monaco (Germania), Nijmegen (Olanda), Utrecht (Olanda), Rotterdam (Olanda), L'Aja (Olanda), Torino (Italia), Vienna (Austria) e Zurigo (Svizzera).
Altre Citta' dell'America e del Giappone, hanno di recente manifestato interesse per la Rete e volonta' di aderirvi. La Rete si riunisce almeno una volta all'anno nel corso di un incontro organizzato da una delle Citta' partner. Il prossimo Incontro sara' organizzato dalla Citta' di Ginevra nel mese di novembre 2015.
"Con l'approvazione dell'adesione alla Rete delle citta' Arcobaleno - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - Palermo rafforza la sua etichetta di citta' all'avanguardia, anche nel panorama internazionale e, in particolar modo, sui temi della promozione dei diritti di tutti e tutte e come luogo di lievito culturale sui temi della prevenzione delle discriminazioni e le violenze di genere".
Per l'assessore alla Partecipazione, Giusto Catania, "la citta' di Palermo continua a dare espliciti segnali nella direzione della salvaguardia e nella valorizzazione dei diritti di tutte le persone. Ci candidiamo ad ospitare a Palermo la riunione della rete europea".
(ITALPRESS).
vbo/com 15-Set-15 19:11.

Tagged under

MADRID, 15 SET - Il premier spagnolo Mariano Rajoy assistera' alla fine della settimana alle nozze gay di un dirigente del Partito Popolare di cui e' il presidente, dopo che 10 anni fa si era opposto con vigore all'adozione della legge sui matrimoni omosessuali sotto il governo del suo predecessore socialista Jose' Luis Zapatero.
Secondo la stampa spagnola l'opportunita' o meno di una partecipazione del capo del governo alle nozze gay del vicesegretario settoriale del Pp Javier Maroto, 43 anni, ha suscitato discussioni fra i dirigenti del partito. Ma alla fine Rajoy ha deciso di andare. Secondo Maroto la legge sulle unioni gay e' ora accettata anche dai popolari. I1 dirigente del Pp ha anche precisato che il partito era al corrente del suo progetto di sposarsi con il compagno prima che due mesi fa fosse nominato vicesegretario.(ANSA).

CEF
15-SET-15 15:57

Tagged under

Roma, 15 set. Con la riduzione da 22 a 16 anni della pena inflittagli in primo grado dalla Corte d'Assise di Frosinone si è concluso oggi il processo che vedeva imputato di omicidio compiuto e tentato nonchè di rapina e danneggiamento contro Jason Peter Marshall di 27 anni. All'imputato i giudici presieduti da Mario Lucio D'Andria hanno concesso le attenuanti generiche assolvendolo anche da una delle accuse di rapina.

A Marshall si contestava di avere adescato su una chat omosessuali che incontrava e poi rapinava. L'accusa di omicidio riguarda l'aggressione subita da Vincenzo Iale avvenuta nel febbraio del 2013 dopo un rapporto sessuale fu colpito con coltellate e poi strangolato. Quanto il tentativo di omicidio riguarda Umberto Gismondi, che dopo averlo avvicinato e aver avuto con lui rapporti l'imputato gli aveva legato i polsi spruzzandogli anche in faccia una sostanza urticante. L'uomo riuscì però a sfuggire al tentativo di soffocamento. Scontata la pena l'imputato dovrà trascorrere tre anni in casa di cura e custodia.

(Saz/AdnKronos
15-SET-15 15:28 .

Tagged under

MOSCA, 15 SET - Vladimir Putin ha telefonato a Elton John dopo le critiche che questi gli aveva rivolto per il suo atteggiamento verso la comunita' Lgbt. Lo ha rivelato lo stesso cantante sul suo profilo Instagram. "Grazie presidente Vladimir Putin per avermi cercato e parlato al telefono oggi.
Non vedo l'ora di incontrarla faccia a faccia per discutere dell'uguaglianza Lgbt in Russia". In un'intervista alla Bbc la popstar britannica aveva detto di voler incontrare Putin per discutere di quello che definisce 'atteggiamento "ridicolo" del presidente russo verso i diritti degli omosessuali. Ieri sera il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, aveva specificato di non aver ricevuto nessuna richiesta di incontrare Putin da parte di Elton John.(ANSA) SAV-MAO

15-SET-15 14:33

Tagged under

Ultimo Articolo

Non ancora definitiva la revoca dei fond…

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - I fondi all\'associazione Andoss non sono stati ancora annullati: al momento, sottolinea la rivi...

23-02-2017

Read more

i più letti

23-02-2017 Primo Piano Valerio Mezzolani

Non ancora definitiva la revoca dei fondi Unar ad Anddos: ANSA pubblica la rettifica

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - I fondi all\'associazione Andoss non sono stati ancora annullati: al momento, sottolinea la rivista Pride online - che pubblica copia del provvedimento - e\' stata...

Read more

17-02-2017 Primo Piano Valerio Mezzolani

Ovaria, la \"cura\" omeopatica per \"guarire\" le lesbiche

Da Wired.it (15/2/2017) Curare l’omosessualità femminile con un trattamento omeopatico. Potrebbe sembrare una notizia di Lercio, visto che, in primo luogo, l’omosessualità non è una malattia e, in secondo luogo, numerosi studi...

Read more

06-02-2017 Primo Piano Valerio Mezzolani

Torino: il vescovo polemizza sulle unioni civili in occasione di un funerale

Da Repubblica Torino (4/2/2017) “L\'arcivescovo dovrebbe soltanto vergognarsi. Mi spiace dover dire questo, perché sono un cristiano, un credente, ma la mia fede, così come quella di Franco, è sempre stata...

Read more

31-01-2017 Spettacoli Valerio Mezzolani

Oblivion: the Human Jukebox a teatro a Milano fino al 19 febbraio

Oblivion: the Human Jukebox. Dal 31 gennaio al 19 febbraio 2017 MTM Teatro Leonardo, Milano Cinque contro tutti. Un articolato mangianastri umano che mastica tutta la musica e la digerisce...

Read more

29-01-2017 Primo Piano Valerio Mezzolani

Irpinia: primo bagno a genere neutro e cittadinanza onoraria a coppia gay

Articolo tratto da IrpiniaNews.it (20/01/2017) Mai come negli ultimi tempi il pellegrinaggio da Mamma Schiavona del 2 febbraio ha assunto un rilievo nazionale per la partecipazione del movimento Lgbt. La tradizionale “juta” della...

Read more