Mar 28, 2017 Last Updated 4:05 PM, Feb 27, 2017

Ok dal tribunale, il vicesindaco di Viareggio cambia sesso

Published in Diritti

Chiara Romanini potrà diventare Gianmarco e sposare la sua fidanzata. A settembre l’intervento chirurgico

“Avevo tre anni – ha sempre detto a tutti in città – e pretendevo di essere chiamato Stefano”. Chiara Romanini, numero due della giunta di Viareggio, adesso potrà diventare un maschio “ufficialmente”, anche se a Viareggio ormai lo è per tutti. Amici e colleghi da sempre lo chiamano “il Romanini”. Ora c’è anche una sentenza del Tribunale di Lucca a sancire la sua identità sessuale, ciò che sente di essere da tutta la vita.

Il giudice ha riconosciuto e sancito il suo diritto a cambiare sesso, potrà sottoporsi ad un intervento chirurgico. Così, Chiara, 31 anni, avvocato, esponente del Pd viareggino, e dall’anno scorso vicesindaco nella squadra di Leonardo Betti nella città rivierasca della Versilia, potrà chiamarsi Gianmarco. Potrà veder scritto il suo nome anche nei documenti: la carta di identità, il passaporto, le delibere e gli atti che sottosctrive e promuove.

In città Romanini è conosciuto come Gianmarco da tutti e da tempo, anche su Facebook.  Fidanzato, attende di aver i documenti in regola per sposare la compagna, una ragazza romana che da anni è al suo fianco e poter aver dei figli insieme a lei. A supportare il passaggio da donna a uomo, accompagnandolo con tutti gli atti medici e burocratici previsti è stato fin dall’inizio il consultorio transgenere di Torre del Lago, finanziato dalla Regione Toscana.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2014/08/02/news/ok_dal_tribunale_il_vicesindaco_di_viareggio_cambia_sesso-92978774/