log in

Religione

Grillini (Gaynet), le bugie del Sinodo sugli omosessuali, il fondamento del matrimonio egualitario è nello Stato laico e nel principio di uguaglianza

  • Written by 
  • Published in Religione

 

\r\n

Per il cardinale Erdo che ha introdotto il sinodo non ci sarebbe alcun fondamento divino per il riconoscimento dei matrimoni tra omosessuali. Però dopo aver negato ogni diritto alle persone lgbt aggiunge Erdo che "gli uomini e le donne con tendenze omosessuali devono essere accolti con rispetto e delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Ogni persona va rispettata nella sua dignità, indipendentemente dalla sua tendenza sessuale". Il ragionier Fantozzi direbbe "grazie com'è buono lei...". Ci dispiace cardinale Erdo, ma questa posizione sa tanto di presa in giro perché se lei non lo sa la informiamo che la collettività lgbt italiana in questo momento è oggetto di una gigantesca aggressione fatta di manifestazioni di Sentinelle, "trincee nelle scuole" dei vari gruppuscoli estremisti cattolici, campagne terroristiche persino su Whatsapp che accusano le persone lgbt di ogni nefandezza a partire dal "complotto gender" che dovrebbe addirittura instaurare la "dittatura del pensiero unico".  Su questa vera e propria aggressione di massa non c'è una parola né del Papa né del Sinodo. Come si sa di buone intenzioni è lastricato l'inferno. Nella pratica succede l'opposto.

\r\n

Affermare poi che non c'è alcun fondamento per il matrimonio omosessuale significa negare alla radice ogni diritto alle persone lgbt e ci chiediamo come Gaynet quale fondamento, nemmeno remoto, ci sia a giustificazione dello sproporzionato potere della chiesa cattolica ufficiale sulle vite delle persone e sulle leggi dello Stato. Si legga l'intervista al potentissimo cardinal Ruini che minaccia sfracelli qualora il Parlamento dovesse approvare le Unioni Civili il cui iter è stato sospeso proprio per non "infastidire" i lavori del Sinodo.

\r\n

Il fondamento del matrimonio egualitario è nello Stato laico e nel principio di uguaglianza mentre i presunti cambiamenti della politica vaticana in materia di diritti civili sono troppo lenti, troppo impercettibili, troppo di facciata. Mentre la vita delle persone lgbt è offesa e bistrattata dalla "paranoica omofobia" delle istituzioni vaticane, esattamente come ha detto uno che se ne intende e che è testimone dall'interno, monsignor Charamsa.

\r\n

Franco Grillini

\r\n

Presidente Gaynet