Verona, la Lega annuncia un odg di condanna delle dichiarazioni del consigliere Zelger sui «gay sciagura per la riproduzione»

Rate this item
(1 Vote)

Non si placa la polemica sollevata dalle dichiarazioni che Alberto Zelger, consigliere comunale leghista a Verona, ha rilasciato, il 6 ottobre, a La Zanzara su Radio 24. 

Dopo aver commentato l’approvazione della mozione consiliare 434 anti-abortista, di cui è stato il primo firmatario e alla cui approvazione ha concorso l'oramai ex capogruppo del Pd Carla Padovani, e inneggiato alla Russia di Putin, l’analista informatico, classe 1948, aveva dichiarato: «I gay sono una sciagura per la riproduzione e la conservazione della specie. Provate a mettere in una città una popolazione di omosessuali. Dopo cent’anni è estinta. È matematico e io sono laureato in matematica». 

Per poi aggiungere, con riferimento al teorico delle terapie di riparazione: «I rapporti omosessuali dipendono molto dalla psicologia della persona: lo dicono esperti americani, tra cui Joseph Nicolosi. Cioè, molto spesso, le attrazioni gay dipendono da traumi infantili, violenza subita oppure assenza del padre o della madre.

Una cosa vera e dimostrata in America, ad Atlanta, è che oggi la diffusione dell’Aids avviene al 70% tra uomini che fanno sesso con altri uomini. Il sesso omosex fa male alla salute: fa venire malattie di tutti i tipi».

Il clamore mediatico sollevato dall’intervista a La Zanzara ha spinto ieri Mauro Bonato, capogruppo consiliare della Lega a Verona, ad annunciare un odg di condanna delle affermazione di Zelger contro le persone gay.

L’ordine del giorno, che ha il sostegno dei tre consiglieri leghisti Roberto Simeoni, Thomas La Perna e Laura Bocchi nonché di tutti i capigruppo di maggioranza e opposizione, sarà presentato giovedì 11 ottobre.

Guarda il VIDEO

e-max.it: your social media marketing partner

Media

Featured Video