52 carri e oltre un milione di persone anche se le relative stime, al solito, variano fino ad arrivare alla cifra di quattro milioni. Ma poco importa. La quinta edizione del World Pride, che si è tenuto a Madrid, è stata all'insegna d'un successo straordinario. Numerosi i partecipanti italiani. Tra questi anche Angelo Leggieri, che ha ideato il personaggio di Gender Parisi in una con Tele Gender (canale YouTube e pagina Facebook). Nato per ridicolizzare le posizioni omofobe ampiamente diffuse in Italia, il canale ha in cantiere una Sit Com e servizi su aggressioni nei riguardi delle persone Lgbti. Inoltre è prevista per metà luglio l'uscita del video ufficiale de Il mio nome è gender presentata in anteprima live al Lazio Pride di Latina. 

Nei panni di Gender Parisi Leggieri ha intervistato durante il World Pride Jesús Cosano, giornalista di Telemadrid. Tra le domande poste anche una sulla presunta correlazione tra Pride e picchi di malattie sessualmente trasmissibili come l'epatite A. Cosano ha risposto che si tratta, a suo parere, di enormi stupidità ma anche d'azioni volte a impaurire quanti partecipano al Pride anche per sconfiggere la paura dell'Hiv e delle malattie sessualmente trasmissibili. Argomento, fra l'altro, cui si ricorre ancora ampiamente in maniera distorta per stigmatizzare le persone omosessuali e transessuali.

Guarda la video intervista integrale.

e-max.it: your social media marketing partner

Oltre un milione di persone si sono riversate ieri sulle strade di Madrid per la quinta edizione del World Pride. Partita alle 17.00 dalla Plaza del Emperador Carlos V (più conosciuta come Glorieta de Atocha), la parata è stata aperta dallo striscione con la scritta Por los derechos LGTBI en todo el mundo e si è conclusa dopo la mezzanotte in Plaza de Colón.

Ben 52 i carri che hanno caratterizzato la marcia dell'orgoglio Lgbti. Fra i leader scesi in piazza anche Pablo Iglesias, Pedro Sanchez e Albert Rivera, rispettivamente segretari di Podemos, Psoe e Ciudadanos. Tra la folla gioiosa e multicolore anche alcuni volti "storici" della lotta per i diritti della collettività Lgtbi, duramente vessata dal regime franchista. Fra i pià noti quello della donna transessuale Laura Antonelli, oggi deputata regionale socialista di Madrid, il cui coming out avvenne alla fine degli anni '70. 

 

e-max.it: your social media marketing partner

weTest

Featured Video